Mondolfo Galleria senza Soffitto, una mostra a cielo aperto

Foto di Mario Giacomelli e percorsi tematici di street art puntellano la città di Mondolfo

Fotografia e street art insieme per celebrare l’arte

Mondolfo Galleria senza Soffitto è una splendida iniziativa del SYNESTHESIA FESTIVAL. Si tratta di un vero e proprio museo a cielo aperto. Qui, cittadini e turisti potranno godere di un percorso artistico originale ed esclusivamente visivo, in linea con le direttive legate al distanziamento sociale.

Segnalo questo percorso artistico perché siamo a ridosso della Giornata mondiale della fotografia (il 19 agosto). E’ un ottimo spunto per portare all’attenzione dei visitatori l’opera di Mario Giacomelli (1925-2000) che offre uno sguardo personale e originale della città. Inoltre, il percorso emozionale delle memorie storiche e sociali di Mondolfo attraverso gli scatti di Giacomelli si alterna ad opere di street art.

Il progetto che si dipana tra le vie del centro storico della città di Mondolfo, è fruibile tutti i giorni per 24 ore al giorno. Le piazze e le vie della città, accoglieranno i visitatori con i lavori dell’artista tatuatore Loreprod, del deejay Matteo Pignataro, dell’ artista pop contemporaneo  Francesco Diotallevi, dell’ artista artigiana Luisa Fuligni, dell’artista-fotografo Yuri Kolesnikow, dell’ “Artigiano del disegno” Simone Travaglini, di Gaetano Bigi, di Enrico Ferrari, delle agenzie creative Nerodecò e Creative for change e degli artisti Mindshapes e Andrea Sata. Insomma, un panorama ricco di nomi e di opere originali che certamente faranno piacere ai giovani e agli amanti del genere.

Matteo Pignataro, Sotto è Sopra, ph Franco Simoncini

Mondolfo Galleria senza Soffitto

Mondolfo Galleria senza Soffitto è un progetto di arte urbana che diventerà permanete e che si arricchirà nel tempo. Sono in cantiere infatti, ulteriori contributi volti a valorizzare non solo le strutture culturali della città, ma anche i luoghi pubblici come parchi e strade. Le foto di Giacomelli ad esempio, stampate in grandi dimensioni, le possiamo considerare delle vere e proprie installazioni site specific. Saranno permanenti e contribuiranno a riqualificare alcuni luoghi della città.

Prima di ogni scatto c’è uno scambio silenzioso tra oggetto e anima, c’è un accordo perché la realtà non esca come da una fotocopiatrice, ma venga bloccata in un tempo senza tempo per sviluppare all’infinito la poesia dello sguardo che è per me forma e segno dell’inconscio” ⁠.

Mario Giacomelli, Io non ho mani che mi accarezzino il volto, ph Franco Simoncini

Partendo dalle parole del fotografo, è stato realizzato un percorso espositivo che unisce esperienze sensoriali diverse, connettendo le sue fotografie a specifiche vie del borgo arricchite inoltre da alcune poesie scritte proprio da Giacomelli

Trovo che la realizzazione di un museo a cielo aperto sia un grande contributo che gli enti sostenitori e organizzatori danno all’arte, avvicinando anche i più restii ad un percorso emotivo e sensoriale che non lascia certamente indifferenti.

Ricordiamo infine che Mondolfo Galleria senza Soffitto è stato organizzato da SYNESTHESIA FESTIVAL con la direzione artistica di Filippo Sorcinelli e a cura dell’Associazione PAM – Pro Arte Mondolfo.

YOU MIGHT ALSO LIKE

0 Comments

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Translate »