Biodiversità a Roma, la mostra fotografica sugli animali e sulla natura 

Biodiversità a Roma la mostra fotografica

Villa Torlonia ospita fino al 25 settembre la mostra Biodiversità a Roma

Educhiamo alla salvaguardia e al rispetto delle specie selvatiche

“Biodiversità a Roma” è la mostra fotografica allestita alla Casina delle Civette di Villa Torlonia (Roma). L’esposizione, specialmente per i romani e per chi, come me, ci vive da tanto tempo, è stata davvero una sorpresa. Non avrei mai immaginato che in città girassero piccoli granchietti, gheppi, lucertole dai colori mai visti che sembrano provenienti da chissà quale foresta fatata, gruccioni, volpi, nutrie ed altri fantastici animali. Sì, direte voi, e cosa c’è di strano, Roma è piena di parchi, è normale trovare questi splendidi animali. Eh no, vi dico io, perché dalla mostra a Villa Torlonia ho appreso qualcosa di incredibile. Tutti questi splendidi animali popolano la nostra città, cioè i luoghi che frequentiamo ogni giorno. 

Granchio di fiume, Mercati di Traiano

Rifugio di uccelli spettacolari sono, ad esempio, la basilica di Santa sabina all’Aventino, nei cui buchi sono stati avvistati nidi di gheppi. Volpi sono state notate a Villa Panphilij, gremita di gente a qualsiasi ora, la lucertola muraiola dai colori sgargianti che spiccano sul corpicino nero è in pianta stabile a Villa Torlonia (chissà, magari mi ha tagliato la strada proprio mentre mi dirigevo alla mostra!). E del granchio di fiume che ha scelto la sua dimora nei mercati di Traiano? E il rospo smeraldino a Villa borghese? 

Aiutare animali in difficoltà

Insomma, l’esposizione ci ricorda che la fauna di Roma va protetta, che bisogna essere consapevoli del fatto che gran parte delle bellezze architettoniche di Roma (Colosseo, Palatino, fori imperiali e tanto altro) sono ormai le case di tantissime specie di animali. Ma non pensate che questi abbiano la puzza sotto il naso e prediligano unicamente preziosità architettoniche del passato. I codirossi spazzacamino amano le tegole dei vostri tetti e le civette scelgono vecchi solai a cui si accede solo dall’esterno. 

La mostra inoltre, dà importantissimi consigli su come aiutare un animale selvatico in difficoltà. Spesso infatti, interpretiamo male alcune situazioni, e facciamo danni. E’ il caso degli uccellini che troviamo a terra. Pensiamo che siano caduti dal nido, in realtà è una strategia di sopravvivenza. I piccoli sono stati mandati già dalla mamma proprio perché non sanno volare e devono imparare. La mamma li obbliga a restare a terra mentre lei va su e giù dal nido per portar loro da mangiare mentre li osserva nei progressi. Prima o poi, tra un saltello e l’altro, spiccheranno il volo!

Gruccioni, Tevere Nord

“Biodiversità a Roma”:  la mostra fotografica a Villa Torlonia

Se amate gli animali, tenete sempre con voi il numero della LIPU (06-3201912) per chiamare nel caso avvistiate un animale selvatico in difficoltà o ferito. Se volete dare il vostro contributo e prestare un primo soccorso, raccogliete l’animale in una scatola, suggerisce la LIPU, create un paio di fori per dargli la possibilità di respirare e nello stesso tempo di farlo sentire bene al chiuso. Questo gli dà sicurezza, si sentirà protetto e al sicuro.

Gli autori di questa bella mostra informativa sono Brugno Cignini (zoologo e fotografo naturalista) ed Eva Villa, illustratrice, i cui acquarelli bellissimi sugli animali di Roma e le sue meraviglie monumentali, completano la mostra fotografica.

I reticoli idrografici: scrigni di meraviglie

Roma è dotata di ben 22 aree protette naturali che unite ad oltre 40 ville storiche è un vero e proprio scrigno di biodiversità. Qui trovano riparo e rifugio tantissime specie, che molto spesso si nascondono abilmente ai nostri occhi, ma sappiate che sono tra noi e ci scrutano! Cerchiamo quindi di tutelarli mantenendo intatte le loro case, cioè il nostro patrimonio verde e i nostri monumenti storici. Oltre a questi ultimi, “Biodiversità a Roma”, la mostra fotografica a villa torlonia, ci ricorda di non sottovalutare il reticolo idrografico

Tevere, Aniene, Almone ma anche tanti specchi d’acqua e piccoli laghi all’interno dei parchi, sono habitat di numerose specie di uccelli e non solo. Sono certa che portando a spasso i vostri figli per i parchi di Roma, vi sarete certo imbattuti in aironi e gabbiani, ma sappiate che con un po’ di pazienza potrete avvistare cormorani, garzette, folaghe, gallinelle d’acqua, martin pescatori e usignoli di fiume. Gli uccelli, però, non sono le uniche specie che prediligono l’acqua. Qui potete trovare le rane, bisce d’acqua e nutrie, molto spesso scambiate per ratti!

Biodiversità a Roma, la mostra fotografica a villa Torlonia è un percorso da fare assolutamente in compagnia dei vostri piccoli per allenarli alla salvaguardia e al rispetto delle specie selvatiche che popolano la città di Roma

Lucertola muraiola, Villa Torlonia

0 Comments

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Translate »