Anja, la segretaria di Dostoevskij di Giuseppe Manfridi

Bastano ventisei giorni a trasformare un’adolescente in una moglie? Anja, la segretaria di Dostoevskij, l’ultimo romanzo di Giuseppe Manfridi

Il Giocatore di Dostoevskij

Anja, la segretaria di Dostoevskij di Giuseppe Manfridi edito da la Lepre edizioni porta il lettore nell’affascinante atmosfera della Pietroburgo del XIX secolo. Il romanzo è imperniato su un episodio della vita del grande scrittore russo legato al suo incontro con Anja, la giovane stenografa che gli viene affidata. E’ un momento difficile per Dostoevskij, che in meno di un mese deve consegnare al suo editore l’ultimo romanzo, il Giocatore. 

Dostoevskij, però, è indietro con il lavoro e l’editore ha messo una clausola al contratto. Se non riuscirà a consegnare il Giocatore per tempo, perderà tutti i diritti, sia sui vecchi sia sui nuovi romanzi. Dostoevskij è in preda alla disperazione fino a quando alcuni amici gli consigliano di rivolgersi ad una scuola di stenografia per rientrare nei tempi di consegna. La scuola gli manda la stenografa più brava, Anja, poco più che una ragazzina. Tra Dostoevskij  e la giovane donna passano oltre venti anni di differenza, ma in quei ventisei giorni in cui i due lavorano gomito a gomito, scatta qualcosa che poi, a dispetto delle convenzioni del tempo, si trasformerà in un legame profondissimo che durerà fino alla morte di Dostoevskij.

Giuseppe Manfridi è nato e lavora a Roma. E’ considerato uno dei massimi drammaturghi italiani ed è autore di commedie rappresentate in tutto il mondo. Fra i suoi titoli di maggior successo ricordo Giacomo, il prepotente Ti amo, Maria! (1989). Ha firmato inoltre le sceneggiature di film di successo come Ultrà (1991), Maniaci sentimentali (1994) e Vite strozzate (1996) e ha debuttato nella narrativa con il romanzo Cronache dal paesaggio (2006). Con La lepre edizioni ha pubblicato Anatomia della gaffe (2016)  e Anatomia del colpo di scena (2017).

Ho avuto il piacere di intervistare l’autore Giuseppe Manfridi, che ha gentilmente risposto ad alcune mie curiosità legate al suo straordinario romanzo

Giuseppe Manfridi (foto concessa gentilmente dall’autore)

Anja, la segretaria di Dostoevskij di Giuseppe Manfridi

In Anja la segretaria di Dostoevskij lei racconta un momento bello ma anche particolarmente stressante e faticoso per lo scrittore russo. Il libro passa in rassegna tutta la vita dello scrittore oppure si focalizza esclusivamente sul rapporto tra Dostoevskij e Anja?

Il libro non è biografico, ma si tratta di un vero e proprio romanzo. Quel che mi interessava era di cogliere, all’interno di una situazione specifica, ossia il tempo della dettatura de ‘Il giocatore’ (periodo durato 26 giorni), i caratteri di una storia a sé i cui protagonisti potrebbero essere addirittura inventati. Non per nulla il titolo si focalizza su Anja, personaggio che emerge su tutti. Attraverso questa fanciullina, colta al limite tra la tarda adolescenza e la prima giovinezza, la mia storia prende senz’altro le tinte e i toni di quello che si usa definire ‘romanzo di formazione’, in cui è descritto il transito che introduce una vita alla propria età adulta.

C’è un episodio che narra all’interno del libro e che l’ha particolarmente colpita?

La mia dovrebbe essere una risposta da lettore, ma fatico a vedermi in questi termini pensando alla mia Anja. Posso, semmai, segnalare un capitolo che ho particolarmente a cuore, e in cui Dostoevskij è assente. Si tratta del confronto tra Anja e il suo fidanzato Sergej, il quale ha capito che qualcosa nella ragazza sta cambiando e, accompagnandola una sera a casa, ancora invaso dell’amore che nutre per lei, già avverte la fine della loro storia. Per contro, la fanciulla non sa esprimere al giovane le ragioni di ciò che la sta allontanando da lui, e che, ovviamente, si legano al peso che Dostoevskij ha iniziato ad assumere nella vita della ragazza.

‘Anja la segretaria di Dostoevskij’ è un libro molto corposo, ben 608 pagine. Sicuramente lo studio e la ricerca del materiale le avranno portato via tantissimo tempo. C’è stata una parte del libro su cui ha indugiato di più?

Non ho affrontato la scrittura da studioso, ma, ripeto, da romanziere. Certo, la fase di documentazione è stata importante, ma più importante ancora è stata la lunga attitudine alla lettura e alla rilettura delle opere di un autore importante per me sin da quando sono ragazzo. E anche il frequentare altri autori che hanno creato figure femminili alla quale la mia protagonista in qualche modo si apparenta. Ma sono nomi e titoli che appartengono al mio invisibile atelier di scrittore e che mi piace tenere gelosamente segreti, anche perché altrimenti dovrei dilungarmi troppo nello spiegare i motivi di analogie che potrebbero sembrare paradossali.

Quanto tempo ha impiegato per scrivere il romanzo?

Di scrittura effettiva, all’apparenza non molto. Circa tre mesi. Va detto, però, che era una storia a cui stavo pensando da tempo, tanto che già nei primi del 2000 ho dedicato ad Anja e al suo incontro con Dostoevskij un testo teatrale andato allora in scena con notevole successo.

Lei è uno dei massimi drammaturghi italiani, hai mai rappresentato opere di Dostoevskij nel corso della sua carriera?

Se intende opere ‘tratte da’, no, anche perché non amo lavorare su adattamenti. Peraltro, veri testi teatrali Dostoevskij non ne ha mai scritti, malgrado la sua narrativa sia così densa di dialoghi da far immaginare una vocazione drammaturgica sacrificata in nome della narrativa pura. Ho però portato in scena, anche come interprete, un monologo intitolato ‘Il fazzoletto di Dostoevskij’ che anticipa climi e personaggio poi rifluiti nel romanzo (la commedia a cui accennavo nella risposta precedente, è un’altra cosa ancora)

Se il post ti è piaciuto, metti “mi piace” sulla mia pagina facebook o “like” su questo articolo. Grazie!

Seguitemi anche su:

Instagram: https://www.instagram.com/sguardoadest/

Twitter: https://twitter.com/Sguardoadest1

Pinterest: https://www.pinterest.it/SguardoAdEst/_saved/

Linkedin: https://www.linkedin.com/in/sguardo-ad-est-blog-47545b1ab/detail/recent-activity/

Telegram: https://t.me/Sguardo_Ad_est

YouTube. https://www.youtube.com/channel/UCRltYIZk55MiHbw45taqHhg

0 Comments

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Translate »