3° classificata al Premio Letterario Teatro Aurelio 2019

Abbiamo fatto bis. Con mia immensa gioia, anche questa volta il mio racconto “il ponte Carlo” è piaciuto alla Giuria. Questo il commento:
Un testo che ti prende e che ti avvince sin dalle prime righe, che non ti permette neanche per un minuto di staccare gli occhi dal foglio. E non per merito esclusivo di una trama trascinante, ma anche per la struttura del personaggio, per l’atmosfera rarefatta del flusso dei ricordi, per la fluidità dello scrivere. La tragedia del vivere, della malattia esplode, perché presente e radicata anche e soprattutto in chi sembra dimenticare ogni cosa che la circonda. Rapidissima e tragica la chiusa finale

Mi ha fatto enormemente piacere il giudizio dell Giuria, anche perché ho capito che sono riuscita a trasmettere delle forti emozioni. Il ritmo del racconto è stato sicuramente decisivo nel trasferire al lettore lo stato di ansia e ossessione di cui è preda il mio personaggio. Un’ansia a cui, sono sicura, nessuno di noi si è sentito estraneo scorrendo le pagine del racconto. Parliamo di un male comune, che può sorprendere all’improvviso ognuno di noi. In maniera conscia o inconscia, la malattia ci “può far dimenticare ogni cosa che ti circonda”, portandoci a perdere la bussola ed approdare in mondi bui ed oscuri. Da questo mondo il mio personaggio non si è salvato.

Il premio è stato organizzato dall’associazione “il Raggio” che, oltre ad avere avuto il patrocinio del Comune di Roma (Municipio XIII Roma Aurelio), ha ricevuto anche quello della Regione Lazio. La serata di premiazione è stata organizzata benissimo e i responsabili dell’associazione sono stati davvero squisiti. Il calore umano, l’atteggiamento sincero e amichevole degli organizzatori ha fatto la differenza. Fin dalle prime parole di presentazione sul palco, abbiamo capito che i responsabili dell’Associazione “il Raggio” credono davvero nella diffusione dell’arte e della cultura in tutte le sue forme e ci ha fatto enormemente piacere apprendere il grande interesse che hanno avuto nel leggere e selezionare le opere ricevute.

YOU MIGHT ALSO LIKE

0 Comments

Leave A Comment

Your email address will not be published.