“Amedeo e Anna: Arte e Amore” di Ombretta Del Monte

“Amedeo e Anna: Arte e Amore”
image_pdfApri come PDFimage_printStampa articolo

Modigliani e Achmatova: la passione dei due grandi artisti raccontata nelle tele della pittrice Ombretta Del Monte

Mostra al Centro Russo di Scienza e cultura

“Amedeo e Anna: Arte e Amore” è la nuova mostra dell’artista Ombretta Del Monte allestita al   Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma, un omaggio della pittrice per il centenario della morte di Modigliani.  L’artista dedica ai due innamorati un ciclo di 18 dipinti pensato come una sceneggiatura e corredato da numerose descrizioni e didascalie. Ombretta Del Monte ha voluto raccontare la breve storia di passione vissuta dai due artisti a Parigi tra il 1910 e il 1911.

La mostra è molto suggestiva e l’artista con i suoi dipinti riesce a farci emozionare e a farci rivivere con la fantasia la bella storia d’amore e di passione dei due artisti, la cui relazione non fu solo personale ma anche artistica.

Modigliani conobbe l’Achmatova quando lei era giovanissima, poco più che ventenne, e tra i due fu subito intesa. In “Amedeo e Anna: Arte e Amore”, Ombretta Del Monte ci accompagna in un viaggio tenero e appassionante, scandito da frasi e riflessioni di entrambi gli artisti e dalle didascalie dell’autrice. Ogni dipinto, infatti, è corredato da un appunto scritto rigorosamente a mano con l’inchiostro di china, per riportarci alla memoria le affascinanti atmosfere del passato.

“Amedeo e Anna: Arte e Amore”

Le tele di Ombretta Del Monte traggono ispirazione da alcune riflessioni di Anna Achmatova nelle sue “Rose di Modigliani”, in cui la poetessa russa passa in rassegna episodi, emozioni e peculiarità del suo incontro e rapporto con l’artista livornese. Tali riferimenti, unitamente alla creatività della Del Monte, ci stimolano ulteriormente la fantasia e così anche noi, come la Del Monte, iniziamo a fantasticare sulle attese, gli incontri e i momenti di complicità fisica e intellettiva dei due protagonisti.

L’Achmatova e Modigliani vivevano nella costante consapevolezza dell’imminente distacco, vivendo il rapporto con affiatamento e dedizione l’uno all’altra. Bellissima è l’immagine dell’Achmatova che lancia nella finestra dello studio di Modigliani un mazzo di rose rosse, un gesto insolito e appassionato, che Ombretta Del Monte richiama in diversi quadri.

L’artista, inoltre, con lo sfondo scuro delle sue tele, rende omaggio all’animo inquieto e solitario di Modigliani, che amava passeggiare di notte, specialmente con la Achmatova, per le strade di Parigi. Il buio, infatti, era complice di quegli incontri, illuminati di tanto in tanto dalla luna piena, quando la nebbia parigina si diradava per darle spazio.

Bellissima anche la tela che ritrae Achmatova con una collana di perle africane, diretto riferimento al ritratto della poetessa russa realizzato da Modigliani, che in quel periodo aveva una passione sfrenata per tutto ciò che gli richiamava alla mente l’Egitto.

“Amedeo e Anna: Arte e Amore”: chi è Ombretta Del Monte

Ombretta Del Monte è un’artista a 360°. Oltre ad essere una rinomata pittrice, la Del Monte è anche una scrittrice. Ha collaborato, infatti, con vari quotidiani e settimanali, occupandosi di cultura e spettacolo. Ha scritto testi teatrali, poesie e il libro autobiografico “Tra Sabbia e Sassi”.

Le sue opere pittoriche sono state esposte alla Biennale di Venezia 2013, alla casa del Cinema di Roma, alla Gallerie Le Dame di Londra, al palazzo Ducale di Genova e al Museo Dostoevskij di San Pietroburgo solo per citarne alcuni.

Ombretta Del Monte, inoltre, ha vinto numerosi premi e riconoscimenti, è attiva nel volontariato e collabora a vari festival del cinema.

Se il post ti è piaciuto, metti “mi piace” sulla mia pagina facebook o “like” su questo articolo. Grazie!

0 Comments

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Translate »