Ricetta buona e veloce? Plov russo con uvetta!

Plov di uvetta

Un piatto di origine turca molto amato e apprezzato anche nella cucina russa

Quante varianti!

Il Plov con uvetta è un piatto di origine turca (il Pilaf) apprezzato in tutte le cucine del mondo, anche in quella tradizionale russa. Si tratta di un piatto di facile preparazione, a base di ingredienti sani e facilmente reperibili. E’ una pietanza quindi veloce da cucinare, molto calorica ma decisamente salutare. Il Plov con uvetta, infatti, è un piatto a base di riso condito con cannella e uva passita. Non arricciate il naso! Vi sorprenderò. Il gusto è delicatissimo, specialmente se fatto al forno con una leggera crosticina!

Nella cucina italiana, quando parliamo di riso parliamo di risotto, quindi di un primo piatto. Il Plov, invece, è nella cucina russa e in tutta quella del Medio Oriente, una sorta di contorno, cioè una pietanza che quasi sempre si accompagna a belle porzioni di carne. Ho detto solitamente, perché il Plov con uvetta in Russia si gusta anche da solo, e come dicevo è buonissimo e delicato. Oggi peraltro utilizziamo una variante che lo rende ancora più speciale.

Vi faccio una premessa. Poiché quando ho preparato il Plov con l’uvetta avevo fame e nessuna voglia di prepararmi qualcosa di salutare, ho guarnito il piatto con dei “zozzissimi” wrustel 😊 di pollo. Voi potete scegliere se essere bravi vegani e mangiare solo il riso secondo la ricetta russa, se guarnirlo con bocconcini di manzo o se prendere ispirazione dalla mia variante sporcacciona! A voi la scelta e via con la preparazione!

Ingredienti per il Plov con uvetta (per 2 persone)

200 gr di riso bashmati

500 ml di latte parzialmente scremato (o brodo vegetale se preferite)

1 stecca di cannella

1 carota

50 gr uvetta

50 gr di burro

30 gr di noci tritate

Olio extra vergine di oliva

Sale

Preparazione per il Plov con uvetta

Il primo passo da fare è quello di far perdere l’amido al riso per evitare che alteri la ricetta. Sciacquatelo quindi sotto l’acqua fredda per qualche secondo e mettetelo da parte in un colino.

In una pentola di acciaio abbastanza larga, fate soffriggere la cipolla in un paio di cucchiai di olio extravergine di oliva. Quando si sarà imbiondita aggiungete la carota tagliata a dadini o alla julienne e fate cuocere il tutto per qualche minuto.

A questo punto aggiungete il riso e fate rosolare girando continuamente e facendo attenzione a non farlo attaccare. Non vi distraete, altrimenti in un attimo brucerete tutto!

Ora aggiungete il latte, l’uvetta, il sale, la cannella e il burro. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fuoco dolce per 15 minuti, fino a quando il latte non si sarà quasi asciugato del tutto.

Tritate le noci e mescolatele al vostro riso.

Ora avete due possibilità:

passare il Plov con uvetta in una teglia, coprirla con la carta argentata e farla cuocere per 10-15 minuti in forno pre riscaldato a 180° con quache fiocchetto di burro sopra. Gli ultimi 5 minuti passate a grill e togliete la carta argentata

oppure

lasciare il riso nella pentola, coprirla con un canovaccio e poi metterci il coperchio sopra e far riposare il Plov con uvetta per 20 minuti.

Io adoro le cose al forno quindi ho scelto la prima variante, ma sappiate che i russi prediligono di gran lunga la seconda! Inoltre, come vi accennavo all’inizio della ricetta, la mia variante l’ho realizzata mettendo il riso nel piatto a mo’ di fontana, riempiendo il centro con dadini di wrustel al pollo ripassati in una padella antiaderente senza né olio né burro. E voi? Che variante avete scelto?

Se il post ti è piaciuto, metti “mi piace” sulla mia pagina facebook o “like” su questo articolo. Grazie!

YOU MIGHT ALSO LIKE

0 Comments

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Translate »