Kut’ja di riso: un piatto russo fortemente simbolico

Kut’ja di riso

Un piatto simbolo della cucina russa è la Kut’ja di riso, una pietanza che celebra non solo la vita, ma anche la morte.

La Kut’ja di riso a Natale e per i defunti

La Kut’ja di riso è un piatto tipico della tradizione russa, una pietanza sfiziosa da mettere sulle nostre tavole come alternativa al solito riso o ai classici dolci. In realtà in Russia la Kut’ja è un piatto simbolico, molto importante, ricco di significato, innanzitutto affettivo, perché si offre ai defunti. La Kut’ja, inoltre, si prepara anche alla Vigilia di Natale e segue un rituale che va avanti da tempo immemore. Il giorno della Vigilia, si prepara una ricca porzione di Kt’ja e si pone al centro della tavola. Il primo cucchiaio spetta al capofamiglia, che pronuncia le parole “Cristo è nato”, a cui fanno seguito gli altri commensali che rispondono all’unisono “Glorifichiamo!

La Kut’ja come dicevo prima, è un piatto tipico dei riti funebri. Questo legame ha radici molto antiche, che fa riferimento all’idea della materialità dell’anima. Nelle antiche credenze popolari, una volta che il defunto è all’altro mondo ha bisogno non solo di avere con sé alcuni oggetti, ma anche di nutrirsi. Ancora oggi molti ortodossi nell’anniversario della morte dei genitori, si recano sulle loro tombe con una ciotolina di Kut’ja che spargono per terra in attesa che venga beccata dagli uccellini. Questo perché un tempo si credeva che nei piccoli volatili risiedesse l’anima del caro defunto, che tornava sulla terra sotto forma di uccello per nutrirsi.  

La ricetta che vi propongo oggi è a base di riso. La Kut’ja, infatti, può essere anche preparata con il grano, ma vi propongo il riso semplicemente perché la preparazione è più veloce. I russi considerano la Kut’ja di riso un piatto dolce;  io l’ho provata e sinceramente l’ho messa a tavola ad ora di pranzo, ma io non faccio testo visto che sono dolci-dipendente e potrei tranquillamente sostituire la mia lasagna con un magnifico cannolo siciliano! Voi provate la ricetta che vi propongo e poi fatemi sapere come avete deciso di gustarlo!

foto di Iryna Yeroshko da Flickr

Ingredienti per la Kut’ja di riso

100 gr di riso

30 gr di uva passita

50 gr di albicocche secche

2 cucchiai di miele

Una manciata di noci

30 gr di semi di papavero

Preparazione

Mettete in ammollo in acqua bollente e in ciotoline separate, le albicocche, l’uva passita e i semi di papavero. Lasciate riposare per circa 1 ora.

Cuocete il riso e scolatelo bene. Lasciatelo raffreddare in un piatto e nel frattempo tagliate a dadini le albicocche.   

Scolate con un passino a maglie strette i semi di papavero. Metteteli in un mixer e versateci dentro i due cucchiai di miele. Cercate di amalgamare il tutto formando una sorta di cremina.  

Versate ora tutti gli ingredienti nel riso e mischiate bene con un cucchiaio. Ricoprite il vostro piatto con granella di noci (o noci intere se preferite).

Facile no? Buona Kut’ja di riso a tutti!

Se il post ti è piaciuto, metti “mi piace” sulla mia pagina facebook o “like” su questo articolo. Grazie!

foto tratta dal libro CUCINA RUSSA, Mednij Vsadnik, San Pietroburgo

foto di copertina tratta dal libro CUCINA RUSSA, Mednij Vsadnik, San Pietroburgo

0 Comments

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Translate »