Le opere di Sten Lex ci parlano di rinascita, rinnovamento e rigenerazione

sten lex

I pionieri dello stencil poster alla Galleria d’Arte Moderna a Roma fino all’08 maggio 2022

Galleria di Arte Moderna a Roma

Sten Lex lasciano al vento, alla pioggia, al sole e al tempo l’ultima parola sulle loro opere. Approfittate di queste belle giornate per fare un salto alla Galleria di Arte Moderna a Roma che ha un piccolo spazio esterno, il cortile dell’ex convento delle Carmelitane Scalze, dove sono esposte le opere dei due artisti italiani. 

Il loro linguaggio è astratto, frutto di continue sperimentazioni che vertono essenzialmente sull’irriconoscibilità. Ognuno di noi, però, ci può trovare qualcosa di riconoscibile come il mare increspato o campi arati in lontananza, forme geometriche o cime di montagne (almeno questo è quello che ci ho visto io :-))

All’interno del cortile, fanno capolino tra alcuni rigogliosi alberelli di arance, le opere degli artisti Sten Lex, che ogni giorno subiscono l’intervento degli agenti atmosferici e dei visitatori che alterano (o arricchiscono) la forma iniziale. L’opera è così in continuo divenire, un perpetuo cangiante nei colori e nella forma. Io non ho avuto il coraggio, ma è previsto che siano anche i visitatori a contribuire all’opera d’arte, staccando qualche piccolo pezzo qua e là. 

Le opere infatti sono realizzate con la tecnica dello stencil poster, che consiste nell’attaccare al muro una matrice di carta con il disegno che poi viene intagliato. A questo punto gli artisti iniziano a strappare delle parti della matrice cartacea per creare l’opera vera e propria. Il resto poi, è affidato al tempo, agli agenti atmosferici e, come dicevo, ai visitatori!

L’originalità del lavoro di Sten Lex consiste nel rapporto unico che i due artisti hanno con la matrice dei loro lavori. Infatti a differenza della classica matrice che viene conservata, perché utile a replicare il lavoro, in questo caso gli artisti la  distruggono, rendendo l’opera unica e non più ripetibile.

Chi sono Sten Lex

Sono due giovani street artist la cui tela è sempre stata la strada. Uno è romano classe ’79 e l’altro è una tarantina classe ’80, e sono tra i muralisti più celebri a livello internazionale.

I primi lavori risalgono al 2001 sui muri romani con evidenti richiami al cinema ma anche alla cultura pop e all’arte sacra. Nel 2005 poi, i due artisti si incontrano e decidono di iniziare un sodalizio felicissimo che li porterà ad una grande riconoscimento internazionale.

Inizialmente i due artisti realizzano ritratti di icone del cinema italiano e americano degli anni ’70 sui muri e le facciate di palazzi. Dal 2013 invece, si concentrano su ritratti anonimi, di uomini del ceto medio tra cui studenti e professori universitari. La sperimentazione continua negli anni seguenti passando dai ritratti a composizione astratte, influenzate dalle opere di Kandinskij, Mirò, Frank Stella e altri. 

Grazie alle tecniche con cui adesso realizzano gran parte delle loro opere, lo stencil poster, Sten Lex sono considerati gli incisori del nuovo millennio.

Nel 2014 hanno realizzato “Arazzo” al foro Italico di Roma, hanno esposto in tutto il mondo e hanno partecipato alla mostra “Cross the streets” al Macro di Roma (2017). 

Fonte:

http://www.galleriaartemodernaroma.it/it/mostra-evento/sten-lex-rinascita

Se il post ti è piaciuto, metti “mi piace” sulla mia pagina facebook o “like” su questo articolo. Grazie!

Seguitemi anche su:

Instagram: https://www.instagram.com/sguardoadest/

Twitter: https://twitter.com/Sguardoadest1

Pinterest: https://www.pinterest.it/SguardoAdEst/_saved/

Linkedin: https://www.linkedin.com/in/sguardo-ad-est-blog-47545b1ab/detail/recent-activity/

Telegram: https://t.me/Sguardo_Ad_est

Facebook: https://www.facebook.com/sguardoadest

YouTube. https://www.youtube.com/channel/UCRltYIZk55MiHbw45taqHhg

0 Comments

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Translate »